HOME | ATTIVITÀ E PROGETTI | GALLERIA PROGETTI

« Indietro

  • Didascalia
  • Il Duomo di Milano

  • Restauro della Guglia Maggiore

  • In vista della Giornata Mondiale della Famiglia e, in particolare, di Expo 2015, la Veneranda Fabbrica del Duomo di Milano ha intrapreso la complessa e delicata opera di restauro e consolidamento della Guglia Maggiore, divenuta impellente dopo l’ultimo intervento del 1962.

    La Guglia maggiore, una gigantesca massa di marmo di Candoglia di circa 320 mc alta più di 40 metri, fu eretta su progetto di Francesco Croce nel 1767.

    A seguito di un improvviso cedimento con la caduta di parte di una mensola di sostegno dell’ultimo balcone, nel 1842 Ambrogio Nava, contro il parere dell’Architetto della Veneranda Fabbrica che intendeva ricostruirla, diede corso ad un restauro esteso a tutta la struttura della guglia. Un radicale intervento nel 1962 provvide a mettere in sicurezza il sistema con fasciature e tiranti in acciaio inox.

    Il degrado di questi ultimi 45 anni ha interessato soprattutto le superfici marmoree. Esposta alle più estreme condizioni atmosferiche, la Grande Guglia presenta ora un degrado tale da non permettere il rinvio di un cantiere di restauro, di manutenzione e di messa in sicurezza di tutto il sistema.

    L’attuale progetto di restauro è quindi il terzo grande intervento a partire dal 1774, quando la Guglia è stata inaugurata con la posa della Madonnina, divenuta simbolo della città di Milano.

    Ad oggi è stato terminato l’allestimento del ponteggio, che tiene conto del vento, dei pesi e delle modalità di ancoraggio. E’ ora in fase di realizzazione la prima parte del restauro sulla statuaria della Guglia Maggiore, avviato grazie al sostegno di Arcus S.p.A. e a seguito della firma di un Accordo di Programma “Per il Restauro e la Valorizzazione del Duomo di Milano” siglato tra la Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Lombardia, la Regione Lombardia, la Provincia e il Comune di Milano e la Veneranda Fabbrica del Duomo.

     


« Indietro